BENVENUTI !

 

Benvenuti nell’Oratorio dei Chiostri! Il nostro Oratorio raccoglie la passione educativa delle Parrocchie di san Simpliciano, san Marco, santa Maria Incoronata e san Bartolomeo.

 

Dal 2006 gli Oratori della varie Parrocchie, fino ad allora indipendenti, sono confluiti in un unico Oratorio: lo abbiamo chiamato Oratorio dei Chiostri perché ognuna delle quattro Parrocchie allora interessate (compresa s. Maria del Carmine, che allora ne faceva parte, e con l’aggiunta dal 2009 di s. Bartolomeo) possiede il suo chiostro medievale, e perché la sua sede principale è posta proprio in fondo a via dei Chiostri.

 

Ecco perché il logo del nostro Oratorio richiama le volte di un chiostro, con quattro colonne accostate l’una all’altra.

 

 

NOE’ E LA SUA GRANDE ARCA

di Gianni Abbiati

Eccoci per un’altra storia della bibbia, meno del solito il teatro ospitava una appassionata presenza di genitori, il parterre di bimbi e adolescenti pochi ma attenti.

Il narratore “Don Paolo” come al solito stuzzica gli spettatori e il gruppetto della primissima fila seduti in cerchio che prontamente con interventi molto chiassosi ognuno dava un contributo di conoscenza alla storia.

L’inizio introduce una figura di Noè con abiti ibridi, dato che il caschetto tipico da capo cantiere sottolineava senza equivoci che ci si trovava di fronte ad un capo ma un po’ preoccupato e borbottante per le poco  chiare direttive che Dio gli aveva dato, nel dettaglio, per la costruzione dell’ARCA.

La storia prosegue con l’apparizione di un Mimo che trasformava in immagini molto rappresentative la lettura del testo e si sa un mimo esprime con grazia e  comicità  i passaggi del racconto sottolineando con dolcezza le parti emotive e quelle autoritarie.

Nulla è mancato, una narrazione piacevole sottolineata ora dagli applausi  o da risatine e esclamazioni di stupore ma il silenzio degli spettatori creava una atmosfera coinvolgente.

Grazie a tutti per aver partecipato a questo spettacolo, peccato per chi non ha potuto partecipare.

 Grazie soprattutto a Don Paolo e a Don Emmanuel per questa bellissima iniziativa.